1

L’effetto dei cibi sulla digestione

Nei post precedenti si è trattato il tema delle sensazioni legate alla fame, le sensazioni durante il processo digestivo completo (ovvero il transito del cibo tanto nello stomaco quanto nei due intestini), ed infine alcune considerazioni legate all’osservazione delle feci. Qui si trattano le relazioni di causa ed effetto osservate tra i singoli alimenti e le sensazioni. Se nei post precedenti ci si è soffermati sul “cosa osservare”, qui ci dedichiamo a “ciò che si è osservato”. I dati riportati sono frutto di osservazioni empiriche dirette ed indirette. Continua a leggere

Annunci
3

7 motivi per cui i prodotti raffinati costano meno di quelli integrali

Tutti ci siamo chiesti: come mai lo zucchero integrale, tipo Mascobado, costa molto di più dello zucchero bianco? Perché il pane a la pasta integrali costano più del pane e della pasta fatti con farina bianca? È un fenomeno che sembra sfidare ogni logica: essendo questi prodotti sottoposti a meno procedimenti dovrebbero essere più economici, non certo più cari.

In questo articolo si spiegano i motivi di questo paradosso. Continua a leggere

1

Guatemala, Criticità parte 2: la margarina, lo zucchero ed altre

Questo post è il seguito della serie cominciata con l’articolo Osservazioni sull’alimentazione delle classi popolari in Guatemala, che analizza alcune tendenze osservate in campo alimentare nel paese dell’America Centrale.

La Margarina

Un’altra fonte di preoccupazione recentemente instauratasi come trend dominante è l’uso dell’olio di palma nella cucina, soprattutto sotto forma di margarina. Anche in questo caso i monopolisti hanno un nome: Olmeca, Patrona, Mirasol.

Oltre all’uso “domestico” si aggiunge il dato che molti dei pasti sono consumati fuori casa e spesso i prodotti in vendita sono fritti in olio di palma. Il Guatemala è un paese in cui gran parte dell’economia è informale; in cui è la prassi che le donne svolgano piccole attività economiche legate spesso al mondo della ristorazione: gestiscono i “comedores”, piccole mense economiche a conduzione familiare, o più semplicemente installano in punti molto frequentati dei banchetti composti da un tavolo e dei teli di plastica nella stagione delle piogge. Quivi le pietanze offerte sono numerose, dal dolce al salato, dai succhi di frutta agli “atoles”, bevande calde dolci e cremose. Molto spesso le pietanze offerte sono fritte per renderle più appetitose e la scelta dell’olio molto spesso è determinata dal prezzo, anche perché quasi sempre il pubblico è ignaro delle differenze tra un olio ed un altro dal punto di vista della salute.

margarina Continua a leggere